Bash, dimensione cartella in bytes

Questa volta proviamo un esercizio un poco più complesso sempre con bash e calcoliamo la dimensione totale dei file in una cartella.

Questa è un’occasione per notare alcune caratteristiche:

  1. dopo la dichiarazione del ciclo while e prima del punto e virgola, è possibile specificare un elenco di parametri nei quali verrà suddivisa la stringa per ogni riga del precedente risultato
  2. il termine $# fa riferimento al numero di parametri presenti nell’argomento al programma (il parametro 0 è il nome del programma stesso)
  3. il termine $1 prende il primo parametro dell’argomento, successivo al termine 0-esimo riferito al nome del programma stesso

L’utilizzo del programma avviene in questo modo:

Elenco file in bash con ciclo for

Vediamo come elencare i file con altri due esempi, anzitutto prendendo il commando ls:

E poi con piccola variazione, questa volta eseguiamo il commando all’interno di $( )

 

Bash, ciclo for con sequenza

Altro esempio di ciclo for con sequenza in bash.

Il risultato è così:

Ciclo for elementare in Bash

Prosegue la rubrica delle lezioni banali di Bash.

Proviamo adesso ad inserire un elementare ciclo for che stampi dei numeri a video.

Il risultato dovrebbe essere analogo a questo qua:

Come scrivere i programmi in bash, ovvero “Ciao, Mondo!” in bash

Con l’occasione di un corso di Linux che sto tenendo, ho deciso di pubblicare un po’ di esercizi e spunti per tutti quelli che fossero interessati ad avvicinarsi al bellissimo mondo di bash.

Cominciamo con il nostro primo programma in assoluto: ciaomondo.sh

NB: l’estensione *.sh non è obbligatoria

Creiamo un file chiamato ciamondo.sh digitando da terminale

A questo punto ci troviamo dentro l’editor NANO, per salvare utilizziamo CTRL+O, per uscire CTRL+X.

Inseriamo il seguente codice:

Ciao è una funzione, o metodo, che non va altro che stampare a schermo, mediante echo la stringa “Ciao, Mondo!”.

Perché possa funzionare richiamiamo la funzione dopo averla dichiarata.

Salviamo e torniamo nella cartella dove abbiamo creato il file.

Rendiamo il file eseguibile con:

E poi testiamolo:

 

Leggere il filesystem OS Journaled (HFS) del Mac su un computer Windows

Soluzione: usare il programma HFSExplorer scaricabile da qui

Per leggere il contenuto di un disco o una chiavetta formattati con il filesystem proprietario del Mac, è sufficiente utilizzare un qualche programma come HFSExplorer, che permette di leggere HFS (Mac OS Standard), HFS+ (Mac OS Extended) e HFSX (Mac OS Extended con case sensitive).

Il programmino gira su Java, che quindi è eventualmente necessario installare sul proprio computer.