[excel] Copiare solo celle visibili e non quelle nascoste

Problema: Quando si seleziona un gruppo di celle e si copiano normalmente, vengono copiate anche le celle nascoste, mentre si vorrebbero copiare solamente le celle visibili

Immaginiamo di avere un intervallo di celle come il seguente:

Se adesso decidessimo di nascondere la terza riga avremmo il seguente risultato:

Selezionando l’intervallo A1:B5 e copiando (per esempio con CTRL+C) copieremo in realtà anche la riga 3 che è nascosta. Lo stesso vale quando si utilizzano i filtri sulle celle.

Per copiare invece solamente le celle visibili dobbiamo fare nel modo seguente:

  1. Selezioniamo l’intervallo che vogliamo copiare come faremmo normalmente
  2. Nella scheda Home spostiamoci su Trova e seleziona e selezioniamo Vai a formato speciale…
  3. Nella finestra selezioniamo Solo celle visibili e premiamo Ok
  4. Eseguiamo la copia come faremmo normalmente (o banalmente premendo CTRL+C)

Adesso abbiamo copiato solo le celle visibili e possiamo incollarle dove vogliamo.

Per maggiori approfondimenti consiglio la guida ufficiale di Office: Copiare solo le celle visibili

Vedi articolo

Errore contenente l’URL “http://hubblecontent.osi.office.net/” quando si inserisce un’icona o un’immagine

Finalmente la Microsoft ha trovato una soluzione, anche se temporanea, al problema che si manifestava quando si cercavano di inserire delle Icone in PowerPoint.

In particolare quando si andava a cliccare qui

Compariva il seguente messaggio di errore:

La soluzione consiste nell’andare su Opzioni Internet (in Windows 10 basta cercare il nome nel menu)

E poi dalla scheda Avanzate trovare la voce Non salvare pagine crittografate su disco e togliere la spunta.

A quel punto il sistema di inserimento delle icone dovrebbe tornare a funzionare.

Si tratta di una soluzione provvisoria, così classificata dalla stessa Microsoft, in quanto altera quello che dovrebbe essere il normale funzionamento del sistema che appunto non dovrebbe salvare le pagine crittografate sul disco.

Fonte: qui l’articolo originale sul sito ufficiale di MS Office

Vedi articolo